San Marino – Italia. ‘Limature’ o divergenze, ma nessuno sa quali siano

Il Ministro Frattini al Meeting di Rimini aveva parlato di residue ‘limature’.

L’incontro tra la Reggenza ed il Presidente Napolitano aveva ribadito “i legami di amicizia fra i due Paesi e la reciproca volontà di superare le residue criticità del rapporto bilaterale“. 

Il ministro della Pubblica amministrazione italiano Renato Brunetta, Oratore Ufficale alla cerimonia del 1° Ottobre per l’ingresso dei nuovi Capitani Reggenti Gabriele
Gatti e Matteo Fiorini
, ha sottolineato il concetto pronunciando le seguenti parole: “Italia e San Marino sono chiamate a superare le residue divergenze in materia fiscale e di segreto bancario“.

Tuttavia queste ‘limature’, o presunte tali, ancora nessuno sa quali siano.

Ne parla Antonio Fabbri dell’Informazione di San Marino: “Superare Divergenze residue tra Italia e San Marino”… Ma nessuno dice quali siano

Il primo ottobre è arrivato e l’oratore
ufficiale Renato Brunetta,
nel ribadire il fatto che San Marino
e Italia devono camminare
insieme, ha affermato a sua volta
che è necessario in tempi brevi
eliminare gli impedimenti residui
che impediscono il concretizzarsi
degli accordi.
Eppure nessuno, né da San Marino
né dall’Italia, ha detto chiaro
ai sammarinesi quali sono questi
“impedimenti residui”.
Certo, un richiamo al Global
forum e alla promozione attesa
dal Titano in sede Ocse
è stato
fatto, ma al momento le uniche
note criticità residue delle quali si
abbia nero su bianco conoscenza
sono sempre quei punti elencati
dal sottosegretario al ministero
dell’economia e finanze, Sonia
Viale. Il cosiddetto “decalogo
Viale”
è fatto di punti pesanti
dei quali il rispetto degli standard
Ocse era solo uno dei nove punti.
In questi compariva la totale trasparenza
bancaria e, soprattutto
delle finanziarie, la lotta alla criminalità
organizzata sulla quale,
i recenti fatti lo dimostrano, le
carenze sono tutte da colmare.
Ma che i punti residui sui quali
accordarsi siano effettivamente
questi, nessuno lo dice.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy