San Marino. L’accordo con l’Italia sulle armi non piace

L’Informazione di San Marino: Armi, i negozianti sono scettici sul lavoro del Governo: “Ancor più penalizzati di burocrazia”

La Repubblica di San Marino per accontentare l’Italia e gli armieri nostrani, avrebbe fatto di fretta e furia, mettendo dentro al decreto legge errori macroscopici. A giocare un brutto scherzo potrebbe essere stata la smania di portare a casa almeno un accordo importante, non riuscendo a risolvere nulla a livello di accordi economici con Roma.

Desta qualche perplessità il fatto che però ormai da un paio di anni gli armieri lamentino problemi per vendere le armi agli italiani. Insomma c’era tutto il tempo per intervenire con un decreto più efficace.

Dal canto loro gli stessi armieri ci vanno con i piedi di piombo e si dicono poco convinti del lavoro fatto dal governo: “Valutare se potranno esserci dei vantaggi rispetto al decreto dello scorso marzo, quello che ci aveva messo in ginocchio—spiega il titolare dell’armeria Lazzarini — ora non è semplice. Ma ad una prima occhiata sembra addirittura che possano esserci più restrizioni. Ufficialmente a noi non è ancora stato comunicato nulla, ma la nostra situazione non è di certo ottimale”.

Webcam
Nido del Falco

Meteo San
Marino di N. Montebelli

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy