San Marino. L’Ordine degli avvocati sulla riforma delle pensioni, sciopero

L’Ordine degli Avvocati interviene sulla riforma pensionistica, respinge il progetto proposto dal Governo ‘in
particolare nella parte in cui accorpa indebitamente categorie assolutamente
disomogenee tra loro, quali liberi professionisti, artigiani e
commercianti’ e preannuncia sciopero dal 6 giugno prossimo, ‘respingendo completamente il progetto proposto dal Governo’.

Gli artigiani ed i commercianti
organizzano la loro attività in forma imprenditoriale o societaria, magari
divenendo dipendenti della stessa loro società, mentre i liberi professionisti,
offrono servizi in forza della loro personale professionalità; questa è anche la
ragione per cui i liberi professionisti normalmente vanno in pensione ben oltre
il conseguimento dell’età pensionabile, diversamente da commercianti e
artigiani.
Del resto, la distinzione tra le categorie è netta anche sul piano
fiscale: i professionisti, tenuti alla dichiarazione analitica dei loro redditi,
denunciano somme superiori a quelle di commercianti ed artigiani, ai quali,
peraltro, è concessa, in determinati casi, la determinazione forfettaria del
reddito.

Queste differenze si sono ovviamente ripercosse sui rispettivi
autonomi fondi pensionistici: il fondo pensioni dei liberi professionisti è in
attivo di ben 7 milioni di euro e può mantenersi in equilibrio negli anni con
piccoli interventi sulle aliquote contributive; quello di artigiani e
commercianti, ha presentato e continuerà a presentare un passivo superiore ai
10milioni annui!

 

Leggi il comunicato Ordine degli Avvocati

 

Webcam
Nido del Falco

Accadde oggi, pillola di storia sammarinese

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy