San Marino. La procura indaga sul bunker legato a Livio Bacciocchi: ‘A chi e cosa era destinato?. Il Resto del Carlino

Il Resto del Carlino: La procura indaga sul bunker / Un fascicolo sul fabbricato interrato legato al sammarinese Bacciocchi / Un’ immagine del sopralluogo fatto sul terreno di Sant’ Aquilina dove si trova il bunker tratto dal filmato di San Marino Rtv 

SAN MARINO. Era un vero e proprio rifugio confortevole e caldo quello scoperto a Sant’ Aquilina e che faceva capo a società riconducibili all’ avvocato sammarinese Livio Bacciocchi. (…) C’ erano due divani letto, un bagno nuovo con doccia, frigorifero, lavastoviglie, cucina, condizionatore, luce e gas. Il bunker sul terreno riconducibile al fallimento della Finacapital dell’ avvocato sammarinese in affari con i casalesi, si è presentato agli occhi degli agenti della municipale di Rimini come un piccolo appartamento abitabile. (…)  Chi lo avesse in uso, e per che cosa, sarà ora oggetto dell’ indagine del pm visti anche i coinvolgimenti degli ex proprietari in alcune inchieste antimafia bolognesi e napoletane. (…) «Ho rogitato quel terreno – ha spiegato Bacciocchi – nel giugno nell’ anno 2002 in quanto notaio per la ditta Impresit 2000. Poi, da allora, non ne ho saputo assolutamente più nulla».

 

 


Livio Bacciocchi

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy