San Marino. La psicoterapia torna al centro delle questioni sanitarie sammarinesi

Segreteria alla Sanità e l’Ordine degli Psicologi sammarinesi condividono gli interventi sulle questioni: titoli di studio e rimborso delle psicoterapie.

La psicoterapia torna al centro delle questioni sanitarie. Il Segretario alla Sanità Francesco Mussoni, il Direttore Generale dell’ISS, Paolo Pasini e il Dirigente dell’Authority Sanitaria, Andrea Gualtieri hanno incontrato l’Ordine degli Psicologi sammarinesi.
Il confronto segue la lettera, inviata, alla Segreteria di Stato alla Sanità, per sollevare due questioni ritenute di primaria importanza dai professionisti. La prima è il fattore rimborso del 50% per le psicoterapie, a discrezione del Servizio di salute Mentale, che fissava la detraibilità delle stesse prestazioni per tutti gli utenti. A ciò si aggiunge la mancata indicazione dei criteri con cui è possibile assegnare il rimborso. “Un meccanismo che lede il principio dell’equità tra cittadini” – ha fatto notare la Presidente Laura Corbelli. “Noi siamo a favore della deducibilità – ha ribadito il Segretario Mussoni – e proporremo un tavolo tecnico per un testo di legge specifico, perchè il sostegno psicologico non deve essere un lusso ma un servizio accessibile”.
Si è discusso poi del problema dei titoli, generato dalla legge vigente (art.8 L. 125/1995, che modifica L. 106/1993) che l’Ordine considera superata perchè prevede l’assunzione di psicologi nel pubblico senza che abbiano conseguito l’abilitazione, tramite superamento dell’esame di Stato, Tirocinio ed iscrizione all’Albo. “Un vizio di legge che va corretto – ha sottolineato il Segretario Mussoni – e noi affiancheremo questo percorso di evoluzione della norma”.

[Comunicato Stampa]

Ufficio Stampa
Segreteria di Stato
Sanità e Sicurezza Sociale


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy