San Marino. Lavori Commissione Sanita’: e’ scontro sulle coppie di fatto. San Marino Oggi

San Marino Oggi: Sospesa per l’ora tarda la maratona di lavori d’esame che giovedì ha visto accendersi più volte lo scontro tra le forze politiche /
La Commissione Sanità si divide sulla “famiglia” /
approvato il pdl di interventi a sostegno, ma scintille sulle coppie di fatto

Una lunga giornata, quella di giovedì, per la commissione sanità che nel pomeriggio e nella notte si è ritrovata per sviscerare soprattutto il tema della famiglia. La seduta si è aperta con una comunicazione del segretario Fiorini, che ha richiesto la posticipazione alla prossima seduta dell’esame del progetto di legge sulla promozione e incentivazione dell’efficienza energetica degli edifici e dell’impiego di energie rinnovabili in ambito civile e industriale. Dopo l’accoglimento dei gruppi consiliari, si è passati a discutere di una necessaria più efficiente divulgazione dei dati sulla salute, anche in seguito all’incendio di Sassofeltrio. Quindi è stata la volta dell’esame del progetto di legge “Modifiche e integrazioni alla legge 29 ottobre 2003 n.137, Interventi a sostegno della famiglia”, approvato con nove voti favorevoli e cinque
astenuti, presentato da un unico relatore, Stefano Canti (Dc). Oggetto dell’articolato è stata la concordata possibilità di astensione congiunta dal lavoro dei genitori in caso di malattia del figlio, secondo emendamenti del governo, uno aggiuntivo di Canti e di Civico 10. Poi la maggioranza ha concordato un emendamento di Rete che estende la parità diritti tra padre e madre e un emendamento per riconoscere parità di diritti alla famiglie affidatarie previo vaglio dell’autorità giudiziaria e del Servizio minori. Apportata poi anche una modifica tra maggioranza e C10 all’art. 4. Elena Tonnini di Rete, in conclusione dell’esame ha lamentato al governo un mancato confronto preliminare che avrebbe accorciato i tempi dei lavori. Le ha poi risposto Massimo Cenci di Ns ha replicato parlando di “clima positivo in commissione” mentre il titolare della Sanità, Francesco Mussoni ha tratto le proprie conclusioni, sostenendo che la commissione esiste per fare esprimere la propria opinione in sede istituzionale.
(…)


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy