San Marino, legge sul referendum. Abolire il quorum

Franco Cavalli di San Marino Oggi: Niente più quorum nei referendum / Presentata la legge “popolare” / Michelotti: “Servono nuove regole per autotutelarsi dalla casta: classe politica vecchia e stantia che pensa prima a se stessa e non al Paese”

Niente più quorum per i referendum,
votazione con scheda
elettronica negli uffici postali e
al massimo una sola tornata di
voto all’anno.
Sono questi alcuni degli aspetti
principali della proposta di
legge popolare
realizzata dal
comitato referendario del 27
marzo scorso
, che anziché
sciogliersi dopo l’esito positivo,
ha deciso invece di insistere
per arrivare a cambiare addirittura
l’istituto referendario.
Perché ogni tanto “va tolta alla
casta la delega in bianco concessa
durante il voto”. A sostenerlo
sono Augusto Michelotti
dell’associazione Micologica e
Pier Marino Bacciocchi.
Ed è proprio Michelotti che,
oltre ad aver partecipato alla
sfilata di protesta durante
l’insediamento della nuova
Reggenza, va giù duro con
le critiche alla casta: “Questa
classe politica è vecchia e
stantia. Va a 20 chilometri all’ora
quando il mondo viaggia a
200. Così siamo sempre indietro.
Inoltre pensano sempre
prima ai loro interessi piuttosto
che a quelli del Paese”.
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy