San Marino. Legge sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, discussione in Consiglio

Il Consiglio Grande e Generale nella seduta del pomeriggio esamina due progetti di legge presentati in prima lettura. Il primo, il Progetto di legge “Modifiche alla Legge 18 febbraio 1998 n.31 – Legge quadro in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro”, è a firma della Segreteria di Stato per la Sanità e la Sicurezza Sociale. Per il secondo, presentato dalla Segreteria di Stato per gli Affari interni, che interviene a modifica della Legge sulla cittadinanza n.114 del 2000, viene richiesta e approvata la procedura d’urgenza.

In particolare, nel dibattito sul pdl presentato dal Segretario di Stato Elena Tonnini, si rileva a livello bipartisan la necessità di intervenire come previsto dalla proposta di legge, in primis, per eliminare discriminazioni tuttora in essere, segnalate anche dalla Consulta dei cittadini sammarinesi non residenti, rispetto la riacquisizione di cittadinanza per figli e nipoti sammarinesi per linea materna. Non solo, il Pdl interviene anche per estendere i termini della Sanatoria prevista dalla legge n.121  del 2019, a causa dei ritardi inevitabili nell’iter procedurale delle domande, causati dall’intercorsa emergenza sanitaria.

Leggi il report di Agenzia Dire

Sono intervenuti:

Elena Tonnini, Sds per gli Affari interni 

Nicola Renzi, Rf

Maria  Cristina Albertini, Pdcs

Michele Muratori, Libera

Gian Matteo Zeppa, Rete

Denise Bronzetti, Npr

Gloria Arcangeloni,Rete

Maria Luisa Berti, Npr

Marica Montemaggi, Libera

Paolo Rondelli, Rete

Elena Tonnini, Sds Affari interni, replica

 

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy