San Marino. Liberta’ di stampa? La casta non vuole inciampi, RANFO

Nella Repubblica di San Marino la casta vuole  quanto prima  riprendere a delinquere appena passata la buriana  dello scandalo Conto Mazzini.
E non vuole interferenze come ad esempio  quella della libera informazione.
Per questo  è stato, in materia,  elaborato il progetto  pluto komunista  (con la particolarizzazione ‘Pravda‘) assoldando  mercenari che, per definizione, sono  disponibili a sostenere tutto ed il contrario di tutto.

Si è arrivati a dare praticamente del ‘cretino’ al Commissario Nils Muiznieks.

Si è arrivati a censurare il Presidente dell’ordine dei giornalisti italiani, Enzo Iacopino.

Auri sacra fames.

Non si vuole assolutamente – questo è il primo immediato obiettivo della casta – che  i sammarinesi, che hanno subito individualmente il furto di oltre 5 mila euro, comincino a rivendicarne la restituzione.

Sempre più difficile fare informazione nella Repubblca di San Marino, in mano ai poteri forti. 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy