San Marino: Linda Borgagni nuovo presidente federazione atletica

La Federazione Sammarinese Atletica Leggera ha un nuovo presidente e un nuovo
consiglio direttivo. Nella serata di mercoledì 25 gennaio, nella sala C del Comitato
Olimpico, a Serravalle, si è svolta infatti l’assemblea generale ordinaria che, sulla
base di quanto previsto dallo statuto, oltre a discutere e approvare la gestione
economica della federazione, era chiamata ad eleggere i vertici della Fsal per l’anno
2012 (l’ultimo del quadriennio olimpico) dopo le dimissioni presentate da Giorgio
Urbinati e poi dall’intero consiglio federale.
A guidare il movimento dell’atletica sammarinese sarà dunque Linda Borgagni,
unica candidata presentatasi per la carica di presidente ed eletta con 40 consensi
sulle 48 schede inserite nell’urna (6 schede bianche e 2 nulle) dai tesserati accreditati
come delegati dalle tre società aventi diritto (Olimpus San Marino Atletica, Gruppo
Podistico Amatoriale Sammarinese e Track & Field), insieme al rappresentante degli
atleti e al responsabile dei giudici di gara. Un caloroso applauso ha così salutato la
proclamazione del nuovo presidente da parte di Lorenzo Gasperoni, funzionario del
Cons che ha seguito l’assemblea e in particolare coordinato le operazioni di voto.
Linda Borgagni, che in precedenza ricopriva l’incarico di segretario generale della
Fsal, sarà affiancata da un consiglio federale di sei persone, questi gli eletti (in
ordine di preferenze ricevute): Irene Biordi (36 voti), Simone Bruno (35), Cinzia
Battistini (34) e Sara Cupioli (33), presenti anche nel precedente direttivo, e le ‘new
entry’ Cristiana Di Pietrantonio (13) e Colombo Galbucci (12). Primo dei non eletti
Giuseppina Grassi con 9 voti ricevuti.
“Mi sento in dovere di ringraziare tutti voi per la fiducia che mi avete accordato –
le prime parole da presidente della Borgagni – e sono fiera di aver ricevuto questo
mandato. So che agli occhi di qualcuno posso sembrare giovane e inesperta, ma
accanto a me posso contare su un direttivo composta da persone competenti e
appassionati e sarà felice di condividere con loro tutto. Abbiamo davanti un solo
anno, visto che al termine del quadriennio olimpico ci saranno nuove elezioni, però
il 2012 con i Giochi di Londra è un anno importante. Spero dunque di poter svolgere
un buon lavoro insieme al consiglio, ricordando comunque che la federazione esiste
solo grazie alle società e soprattutto agli atleti, che sono i principali protagonisti del
movimento sportivo. Prima possibile ci riuniremo per l’attribuzione delle cariche
interne e per la riorganizzazione degli orari di apertura della sede federale, che
rimarrà comunque a vostra disposizione. E per qualsiasi cosa non abbiate timore a
contattarmi”.
L’assemblea della Federazione Sammarinese Atletica Leggera si era aperta con
la relazione del presidente dimissionario Giorgio Urbinati sull’attività svolta nel
2011, annata ricca di impegni agonistici internazionali, in testa i Giochi dei Piccoli
Stati in Liechtenstein a inizio giugno, dove l’atletica biancazzurra ha conquistato
tre medaglie: l’argento di Eugenio Rossi e i bronzi di Barbara Rustignoli e della
staffetta 4×100 maschile. Quindi si era passati alla relazione sul bilancio consuntivo
2011 (chiuso con un avanzo di cassa di € 20.490,28, comprendente però 9000 €
accreditati dal Cons in dicembre ma relativi al 2012), che è stato approvato con il
solo voto contrario di un rappresentante della Track & Field. Poi era stato illustrato il
bilancio di previsione 2012 (approvato in questo caso all’unanimità), con indicazioni
di massima che chiaramente ora saranno vagliate dal nuovo consiglio federale, come
giustamente premesso da Urbinati, il quale nel congedarsi ha auspicato “di sviluppare
sempre più il settore giovanile, per non vanificare i sacrifici fatti per far progredire
il vivaio” e augurato “per il futuro grandi soddisfazioni personali agli atleti, per loro
stessi, per i loro allenatori e le società per cui sono tesserati”.    [c.s.]

 


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy