San Marino. Lo Stradone: si salvi chi puo’. Il punto di Paolo Forcellini

SI SALVI CHI PUÒ 

 

Sul palcoscenico politico sammarinese
c’è un gran movimento, soprattutto
dopo che il popolo ha deliberato
con il referendum che sia data la
facoltà all’elettore di esprimere una sola
preferenza. Ognuno cerca di prendere il
salvagente per salvarsi dal futuro naufragio
elettorale, cercando alleanze, convivenze
convergenze, paradossalmente
anche parallele, inciucci con partiti e movimenti,
perché sà in cuor suo, dopo aver
fatto una botta di conti di quanti sono i
componenti della propria famiglia, quanti
gli amici intimi e sinceri (oggi averne è
difficile in campo politico), che alle prossime
elezioni prenderà solo quei voti che
sicuramente non potranno garantirgli il ritorno
a Palazzo tanto da potersi risedere
sul tanto amato scarannone. Non avrà
problemi chi ha invece la fortuna di avere
un “casato” numeroso che gli permetterà
di affrontare la prossima tornata elettorale
in assoluta tranquillità e chi ha possibilità
economiche per farsi conoscere con
cenette e viaggi di cortesia. Sarà certamente
un bel vedere che tipo di collage
si inventeranno. Questo sarà forse l’unico
motivo di curiosità per il prossimo appuntamento
elettorale. Si salvi chi può!
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy