San Marino. Lucio Amati a giudizio per offesa a pubblico ufficiale. L’informazione

Antonio Fabbri – L’informazione di San Marino: Lucio Amati rinviato a giudizio per offesa a pubblico ufficiale / Sotto accusa frasi pronunciate nei filmati diramati su youtube

Lo scorso 27 novembre era stato lo stesso Lucio Amati, già presidente del Credito sammarinese, ad annunciare di essere stato denunciato da diverse persone sia per diffamazione (libello famoso si chiama il reato a San Marino), sia per offesa a pubblico ufficiale. E’ proprio per l’esposto relativo a quest’ultima contestazione che Amati è stato rinviato a giudizio.

Due i capi di imputazione che vengono contestati ad Amati: il primo per offesa a pubblico ufficiale nei confronti di Patrizio Ettore Cherubini, Responsabile del servizio di vigilanza della Banca Centrale. Amati in quel filmato datato 17 marzo 2014 apostrofava l’ispettore di Bcsm definendolo “sciocco” e “scioccherello” e usando altre frasi molto offensive. Sempre nel video dello stesso giorno, ed è questo il secondo capo di imputazione contestato ad Amati, ha pronunciato frasi offensive anche nei confronti del direttore dell’Agenzia di Informazione Finanziaria, Nicola Veronesi, definendolo “venduto”, “pidocchio” e apostrofandolo con altri epiteti che hanno, secondo l’inquirente, integrato il reato di offesa a pubblico ufficiale che viene contestata ad Amati. (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy