San Marino, Mafia Capitale: soldi in diretta

A San Marino potrebbero essere arrivati soldi  anche direttamente dai protagonisti di Mafia Capitale, indipendentemente dall’aggancio Fidens
Project Finance
, di cui tratta Ivan Cimmarusti di IlSole24Ore.

Augusto Parboni di Il Tempo riporta alcune dichiarazioni di tal Roberto Grilli: «Nell’ambito delle mie frequentazioni della destra romana ho conosciuto Massimo
Carminati, con il quale avevo l’abitudine di prendere un caffè un paio di volte
la settimana. L’avevo conosciuto tramite Riccardo Brugia, mio amico di lunga
data. Circa tre anni fa conobbi a casa di amici comune tale Marco Iannilli, un
commercialista che ho poi letto essere coinvolto in vicende giudiziarie. Io ero
interressato a sapere come fare a portare i soldi fuori. Carminati mi disse che
Iannilli era in grado di ripulire i soldi.
Iannilli  mi disse che poteva mettermi
in contatto con un trasportatore che avrebbe portato i soldi a San Marino e in
Svizzera
. Brugia e Carminati sono molto legati
».

Corriere della Sera.it: Grilli era sicuro che Carminati avesse già usato questo canale per sè e per la
sua banda. «Iannilli mi spiegò che pagando un 4-5% al trasportatore potevano
prendere dei soldi cash a Roma – afferma Grilli – chiaramente dai 100 mila euro
in su, non si parlava di bruscolini e portarla o a San Marino o in Svizzera da
cui poi avrebbero portato i soldi o in Liechtenstein o Cayman»
.

Leggi l’intero articolo di Corriere della Sera pubblicato dopo le 20,30

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy