San Marino. Marcello Forcellini e la ‘libera circolazione dei capitali’

SAN MARINO. Ha affrontato il tema della libera circolazioni dei capitali, il dottor Marcello Forcellini in occasione del terzo appuntamento del ciclo di lezioni “Libertà d’impresa – libertà d’Europa”, organizzato dal Centro di Ricerca per le Relazioni Internazionali dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino e riservato ai rappresentanti delle aziende dell’Associazione Nazionale Industria San Marino. 

Conformità di pagamento: “San Marino è pienamente integrato”

Mercoledì 13 luglio, nel suo intervento, si è soffermato anche sui pagamenti. “Per quanto riguarda la conformità di pagamento, il Titano – poiché è inserito nella SEPA, la Single Euro Payments Area (Area Unica dei Pagamenti in Euro) -, è pienamente integrato. Diverso invece è il discorso che riguarda i capitali in quanto la nostra Repubblica deve capire come collocarsi.  Questa voce, in particolare, sarà uno degli elementi che dovrà essere oggetto di negoziazione con l’Unione Europea. Si tratta di un passaggio, a mio modo di vedere, molto importante in quanto riguarda gli investimenti diretti, gli immobili, il trasferimento delle valute o dei valori assimilati”.

 


Forcellini sul settore bancario: ‘Cercare equiparazione con i competitor europei’

Sul capitolo banche, il dottor Forcellini ha spiegato che “per poter svolgere la propria attività, il settore bancario e finanziario deve cercare una equiparazione rispetto ai competitor europei. Questo significa stessi oneri e onori. Molto dipende, come ho già detto, dalla capacità di negoziazione”. L’ultimo seminario è in agenda per il 7 settembre con “Il processo d’integrazione europea e il cammino sammarinese”, a cura di Giuliana Laschi, cattedra Jean Monnet ad personam di Storia dell’integrazione europea. 

Comunicato Stampa ANIS


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy