San Marino. Mics a Mularoni: ‘noi perditempo abbiamo tempo per risponderle’

Il Mics replica al Segretario Mularoni, e contrattacca.

A proposito delle nostre imprecisioni la invitiamo a controllare la
stampa del 26 ottobre e del 6 novembre 2011, in cui lei afferma, non lasciando
scampo a equivoche interpretazioni che “in conformità all’impegno preso dal
ministro Frattini entro metà novembre ci auguriamo di poter fissare la data
della firma degli accordi”. Comprendiamo benissimo, tuttavia, che possa avere
perso il conto delle sue affermazioni riguardo questo argomento.

Inoltre, se
fosse vero, come lei dichiara, che il nome di Zechini sarebbe collegato alla
Criminal Minds, per ipotetici “atteggiamenti di favore” nei riguardi di Marco
Bianchini (dalle indagini non è ancora emerso il reale fondamento di tale
notizia) sicuramente non ci tireremo indietro dal denunciare le eventuali
ipocrisie dell’ex-comandante della Gendarmeria.

Poiché le indagini sono ancora
in corso e Zechini non ha ricevuto nessun mandato, lei, che rappresenta una
delle più alte cariche istituzionali sammarinesi, dovrebbe essere più cauta nel
rilasciare certe dichiarazioni e invece ci accusa di innalzare ad “eroe” un
personaggio in combutta con la camorra. Se questo non fosse vero, le sue parole
potrebbero ritornarle indietro come un boomerang. Mentre se avesse ragione e
venissimo a sapere che Zechini faceva da tramite tra Bianchini e la camorra,
allora anche in questo caso avrebbe compiuto un madornale sbaglio, perché una
persona nella sua posizione non è assolutamente tenuta a sbandierare
pubblicamente notizie assai delicate e compromettenti, visto che è stata proprio
lei a dichiarare che, prima di pronunciarsi ufficialmente in merito a Criminal
Minds, l’esecutivo doveva attendere l’ordinanza giudiziaria. Ci sembra di
rilevare, in ultima analisi, un comportamento assai discutibile considerando che
svolge un ruolo così fondamentale per il nostro Paese.

Leggi il comunicato Mics

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy