San Marino. Morganti (Cultura) alla XXXVIII Conferenza Generale dell’Unesco

Nell’ambito della XXXVIII sessione della Conferenza Generale dell’Unesco, in corso a Parigi, questo pomeriggio Giuseppe Maria Morganti, Segretario di Stato all’Istruzione e Cultura, ha preso la parola davanti alla platea di delegati UNESCO degli Stati membri, intervenendo in plenaria al dibattito di politica generale.

Nel suo discorso ha sottolineato l’importanza della salvaguardia della cultura materiale e immateriale dei popoli, che trascinati dalla violenza rischiano di perdere la propria identità. Ha fatto riferimento ai profughi, agli esodi che li vedono ininterrottamente protagonisti. Ha invitato l’UNESCO ad intervenire, non limitandosi però alla tutela dei beni artistici e monumentali, ma spingendosi oltre, per arrivare a proteggere le identità stesse di chi li ha generati. “San Marino – ha detto Morganti – sottolinea l’importanza di adottare politiche che tutelino e valorizzino l’intero patrimonio culturale dei popoli, che comprendano anche la storia, i valori, il modo di concepire la realtà”. Il nostro Paese – ha continuato il Responsabile alla Cultura – si pone al fianco dell’UNESCO nella  tutela e nella valorizzazione di queste identità, nell’intento di mettere in moto una contaminazione culturale che sia volano di una stagione di pace e di stabilità politica improntata all’inclusione, alla comunanza e alla diversità.

Leggi il comunicato

Leggi il discorso del Segretario Morganti


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy