San Marino, neve: ora si teme il rischio frane

Antonio Fabbri, L’Informazione di San Marino: Dopo la neve con il disgelo arriva il pericolo frane / L’ufficio progettazione tiene monitorate diverse aree a rischio. L’ingegner Gennari: “Qualche problema ce lo aspettiamo. Tutto dipenderà dalla velocità di scioglimento della neve”

Dopo la neve e il progressivo ritorno
alla normalità, adesso il
pericolo è quello di frane e smottamenti.
Già lo scorso anno con
la neve di marzo e il rialzo repentino
delle temperature, si erano
registrati smottamenti e frane
per il rapido scongelamento della
neve
. Anche l’ingrossamento del
torrente Marano aveva dato qualche
problema. E’ in quell’alveo
che finisce, infatti, buona parte
della neve che è stata tolta dalle
strade e riversata nei calanchi.
Al momento, e anche secondo
le previsioni dei prossimi giorni,
sembra che il disgelo sia lento e
questo è un bene dato che così
sono più limitati i rischi di frane.
Già sono state fatte anche a San
Marino delle verifiche su questo
problema e ci sono diversi siti costantemente
monitorati dall’ufficio
progettazione.

“Tutto dipende dalla velocità con
cui si scioglierà la neve – conferma
l’ingegner Stefano Gennari
dirigente dell’ufficio progettazione
– se la temperatura si alzerà di
molto, ad esempio per effetto del
garbino, è chiaro che ci dobbiamo
attendere più movimenti di terreno”.
E dall’ufficio progettazione
qualche danno già se lo aspettano.
“In certe situazioni, dove già
gli equilibri sono molto instabili,
il rischio è reale. Abbiamo diverse
situazioni monitorate. Quattro o
cinque frane tenute sotto controllo”.
Tra queste alcune sono nelle
zone di Chiesanuova e Galavotto.

[…]

Ascolta il giornale radio di oggi

Oggi i Giornali parlano di…

Webcam Nido del Falco

Meteo San Marino di N. Montebelli

Vignette di Ranfo

Accadde oggi, pillola di storia

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy