San Marino. Ucs sul caro caffè: «Aumenti su tutto così il potere di acquisto sta crollando»

«I “ritocchi” iniziati già da tempo Il maggior costo della colazione spinge i clienti ad andare meno volte al bar».

CARLA DINI. Tazzina amara sul Titano, dieci centesimi in più su tutte le bevande e 20 per il decaffeinato. Busignani: «Anche prima dell’ordinanza molti bar avevano ritoccato il listino». La commissione prezzi a San Marino si è riunita a metà gennaio, rimettendo mano a tariffe che risultavano invariate dal 2018. La “stangata” però è arrivata solo il 10 febbraio ed il peggio è, come rileva la presidente dell’Unione consumatori sammarinesi, Francesca Busignani, che in «via ufficiosa molti locali avessero già rivisto le cifre». (…)

Tratto dal Corriere Romagna

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy