San Marino. Nuova legge: è guerra tra gendarmi e poliziotti. Il Resto del Carlino

Il Resto del CarlinoNuova legge: è guerra tra gendarmi e poliziotti / I militari rispondono agli attacchi con i numeri dei controlli effettuati sul territoro

SI SENTONO sotto attacco e feriti. Ma «il Corpo della Gendarmeria continuerà ad operare con la dedizione e lo spirito di sacrificio che gli appartengono». Al centro del dibattito che in questi giorni ha scatenato il botta e risposta tra Polizia Civile e Gendarmeria, c’è il decreto di modifica del regolamento proprio della Gendarmeria. Decreto che ha ricevuto il via libera del Congresso di Stato e ora attende di ‘entrare’ in Consiglio e che è stato mal digerito dalla Polizia Civile che già nei giorni scorsi ha annunciato lo stop ai pattugliamenti notturni. La risposta arriva dall’organismo di rappresentanza della Gendarmeria. «Non crediamo che inasprire la conflittualità latente tra i Corpi di Polizia – fanno sapere – sia il modo per risolvere i nostri problemi, soprattutto per non ingenerare sfiducia nella cittadinanza e nelle istituzioni che dai Corpi stessi si attendono sicurezza. Nutriamo stima e considerazione nei confronti dei nostri colleghi militari e civili, dai quali ultimi, ci sembra corretto rilevare, ci differenzia uno status che garantisce loro privilegi a noi negati». (…)

IL DECRETO della discordia «non lede i diritti di alcuno – dicono – e non è assolutamente in contrasto con la riforma dei Corpi di Polizia ma, anzi, può fungere da volano per il progetto di riforma organica del comparto della sicurezza sammarinese che, come giustamente sottolineato nei comunicati sindacali, da molti anni è incompiuto». (…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy