San Marino. Nuova San Marino interviene sulla Brexit

SAN MARINO. Nuova San Marino Laboratorio Politico Culturale interviene sull‘esito del Referendum che ha decretato l’uscita della Gran Bretagna dall’UE, sottolineando come questa decisione non possa lasciare indifferente nessuno.

Il ricorso agli elettori è stato un atti democratico di un Paese e di un popolo fiero, che hanno inteso difendere la propria indipendenza, mettendo a nudo i limiti dell’attuale conduzione dell’UE. D’altronde il percorso intrapreso o dall’Unione Europea a noi pare non essere perfettamente in linea con l’idea dei padri fondatori, basata sui principi di giustizia, fratellanza, pace e solidarietà. 

Di fronte a tutto ciò, mentre auspichiamo una pausa di riflessione da parte dell’ormai poco autorevole governo sammarinese, rispetto al negoziato avviato con l’UE, raccomandiamo anzitutto la difesa della sovranità, degli spazi di autonomia, e della millenaria identità del nostro paese, che sono le ragioni vere della nostra stessa esistenza come stato indipendente. 

Ribadiamo inoltre in questo particolare momento storico di difficoltà anche economiche, la necessità di porre in essere una azione diplomatica immediata, lucida ed efficace che porti la Repubblica di San Marino ad aprire nuove relazioni commerciali, turistiche e culturali nel panorama europeo, a cominciare proprio dalla Gran Bretagna e con i paesi dell’Unione Euroasiatica.

[c.s. Nuova San Marino]

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy