San Marino. Nuovo decreto del Governo: i non sammarinesi fuori dalla Repubblica dopo mezzanotte

A seguito di un proficuo confronto con i tre Comandanti delle Forze dell’Ordine, il Congresso di Stato ha emanato un decreto – legge contenente le norme di sicurezza e di ordine pubblico in vigore da questa sera.

Restano invariate le disposizioni inerenti gli spostamenti da e verso la Repubblica di San Marino per quelle regioni, province e comuni in cui vigono misure restrittive di contenimento di un elevato rischio epidemiologico: zone rosse e arancioni (salvo comprovate esigenze lavorative, motivi di salute ovvero situazioni di necessità da comunicare tramite autocertificazione).

Cambiano invece le disposizioni di permanenza in territorio per chi, proveniente da regioni, province o comuni in zona gialla e bianca, si reca nella Repubblica di San Marino. L’ingresso e la permanenza sul territorio da parte di soggetti non residenti, privi di permesso di soggiorno, non è consentita dalle ore 00:00 alle ore 05:00, fino al 14 di giugno, salvo che:

-per comprovati motivi di salute o esigenze lavorative;
-per soggiorni in strutture ricettive sammarinesi;
-per l’accesso e la permanenza nella struttura della Giochi del Titano SpA;
-per la partecipazione ad eventi organizzati autorizzati dal Congresso di Stato.

Inoltre, dalle ore 22.00 alle ore 05.00, fino al 14 giugno, sono vietate l’introduzione e il trasporto di bottiglie di vetro, lattine nonché alcoolici e superalcoolici su tutto il territorio della Repubblica, se non per motivi di lavoro. In caso di violazione, le Forze dell’Ordine possono procedere alla confisca di tale materiale, ed applicare una sanzione di euro 1000,00 (mille). Dalle ore 22:00 alle ore 5:00 è inoltre vietata la vendita di bevande di qualsiasi genere per l’asporto in bottiglie di vetro o in lattina.

Nelle giornate di venerdì, sabato e domenica, nonché nei giorni festivi e prefestivi per i locali adibiti alla somministrazione di alimenti e bevande che rimangono aperti al pubblico oltre le ore 01.00 scatta l’obbligo di dotarsi di un responsabile della sicurezza facente capo ad agenzie di vigilanza autorizzate che presti servizio dalle ore 23.00 fino alla chiusura dell’attività.

Il Congresso di Stato auspica che le determinazioni assunte con il nuovo decreto legge rappresentino il ritorno ad un giusto equilibrio, fondamentale per l’intera collettività.

Si ringrazia, in conclusione, i Comandanti delle Forze dell’ordine e tutto il personale, per la grande disponibilità dimostrata in questi giorni nel ricercare le migliori soluzioni ai problemi emersi e per il grande lavoro di monitoraggio e lo sforzo immane compiuto in questi mesi di pandemia, per salvaguardare la sicurezza di tutti i cittadini sammarinesi.

Leggi il decreto 93 integrale

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy