San Marino Oggi. Anis, inaugurata la sede. Ma Squinzi da’ buca all’ultimo per ‘problemi di salute’

San Marino Oggi: Chiesto alle banche un impegno straordinario per aiutare le imprese/ Gli industriali dettano la ricetta per l’uscita del Titano dalla crisi: riforme / “Giornata speciale” dell’Anis tra nuova sede e assemblea, ma Squinzi dà forfait  

SAN MARINO. Un piano strategico pluriennale, “condiviso, lungimirante e coraggioso”, che metta insieme riforme, progetti e investimenti. L’Associazione nazionale dell’industria sammarinese (Anis), in occasione dell’assemblea annuale dei soci, guarda al futuro e rilancia il “Progetto San Marino”. Ma chiede alla politica di fare la sua parte e di fare in modo di “superare l’attuale gestione collegiale dell’azione di governo, assegnando specifiche responsabilità, anche di coordinamento, a un unico segretario di Stato”. Manca l’ospite d’onore: Giorgio Squinzi presidente di Confindustria non è potuto salire sul Titano, come annunciato, per problemi di salute, ma ha mandato un messaggio dicendosi “molto dispiaciuto” e rendendosi disponibile per “un incontro a settembre”. Ma l’assemblea degli Industriali lancia comunque dei messaggi molto chiari. Nel suo discorso, il presidente Emanuel Colombini, sottolinea, infatti che la ripresa passa innanzitutto dal rinnovato rapporto con l’Italia, che “ci deve considerare una risorsa”. Slancio allora ai progetti in comune, Parco scientifico-tecnologico, aeroporto di Rimini e a “tutte le potenzialità” indicate nell’Accordo di cooperazione economica. Un’opportunità viene anche da una maggiore integrazione con l’Ue, che permetta di “partecipare senza più barriere al mercato comune e di cooperare in alcuni specifici settori”.  (…)

 

Nuova sede per l’Anis

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy