San Marino Oggi. CSU chiede un’imposta ‘sui grandi patrimoni’

San Marino Oggi: Sulla Smac il pressing del sindacato è che si faccia subito “senza se e senza ma” / Una “Finanziaria del debito”, Csu contro le misure prese dal governo / Chiesta l’introduzione di una patrimoniale anche sui beni detenuti all’estero

SAN MARINO. Di fronte a una legge di bilancio giudicata “negativa ed elettoralistica”, i sindacati della Centrale sindacale unitaria (Csu) chiedono l’introduzione di una “imposta sui grandi patrimoni” e il ritiro, da parte della maggioranza, degli emendamenti che introdurrebbero “un ticket di 10 euro per le prestazioni di fascia bianca al pronto soccorso” e, soprattutto, alcune riduzioni “dell’indennità economica di malattia” e per “le donne in gravidanza”. L’annuncio ieri mattina dalla sede di Domagnano della Csu, dove i segretari di Csdl e Cdls, Giuliano Tamagnini e Marco Tura, hanno illustrato il documento presentato poi nel pomeriggio ai capigruppo consiliari. Per quanto riguarda la “patrimoniale, non va confusa con la tassa sulla casa di qualche tempo fa”, puntualizza Tamagnini. (…)


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy