San Marino Oggi, Franco Cavalli. Stipendi Presidenti Bcsm a confronto

Franco Cavalli di San Marino Oggi, oltre aver pubblicato a suo tempo gli stipendi dei dipendenti di Banca Centrale della Repubblica di San Marino, ha messo a confronto le retribuzioni dei Presidenti, già oggetto, anche queste,  di polemiche

A parte la brevissima parentesi di Ezio Paolo Reggia che per quelle poche settimane da presidente non ha percepito alcuna remunerazione, gli importi dei precedenti presidenti sono stati nettamente inferiori a quelli attuali.

Biagio Bossone, ad esempio, che ha ricoperto l’incarico per neanche un anno, aveva un contratto che ammontava a circa 180mila euro lordi, cifra che al netto della fiscalità sammarinese risulta quindi pari a circa 150mila euro. Inoltre la presenza di Bossone in Repubblica è stata ben diversa da quella mostrata fino ad ora dal presidente Clarizia.

Se infatti tra le associazioni di categoria e le forze sociali, c’è chi dichiara che non ha mai incontrato l’attuale presidente di Bcsm durante le riunioni e gli incontri specifici, l’ex presidente Bossone è stato invece a San Marino per una media iniziale dai 2 ai 4 giorni a settimana culminata poi, quando la crisi si è accentuata, nella richiesta e concessione della residenza su invito proprio dell’allora segretario alle Finanze Gabriele Gatti, in quanto si disse che era opportuno che il presidente di Bcsm fosse residente a San Marino.

“Non solo fui d’accordo – ci confida l’ex presidente Biagio Bossone – ma ritenni che ciò fosse da parte mia dovuto, anche in relazione al privilegio che ricevevo di servire la più alta istituzione finanziaria del Paese. Feci pertanto relativa istanza. Preciso che – conclude – alla luce della normativa italiana, non avrei goduto (e non godetti) di alcun vantaggio fiscale”.

Il presidente Clarizia, invece, come ha dichiarato il segretario Valentini, non ha ancora chiesto la residenza a San Marino.

Andando poi ancora più indietro e facendo riferimento al primo presidente di Banca Centrale, Antonio Valentini, si scopre che il compenso era nettamente inferiore. Valentini infatti aveva una retribuzione di 12.500 euro all’anno più un gettone di presenza

GLI STIPENDI DEI PRESIDENTI BCSM
Antonio Valentini 55.900 euro
Biagio Bossone 180.000 euro
Renato Clarizia 300.000 euro

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy