San Marino Oggi. Podeschi e Wei Seng Phua accomunati dai media? I legali: ‘Tentativo di condizionamento delle indagini’

San Marino Oggi: Legali di Podeschi: “Tribunale metta fine a questa situazione di patente illegalità”

SAN MARINO. “Preoccupa che, per l’ennesima volta, deposizioni rese nell’ambito di indagini in tutto o in parte coperte da segreto istruttorio divengano, nel volgere di qualche ora, oggetto di pubblicazione, peraltro parziale e distorta, con ciò alterando inevitabilmente il corretto svolgimento delle indagini”. In una nota i difensori italiani di Claudio Podeschi, gli avvocati Massimiliano Annetta e Stefano Pagliai, tornano a denunciare “l’ennesimo tentativo di condizionamento per via mediatica di indagini in corso. E così dopo le registrazioni romanzate a mo’ di feuilleton, si deve assistere all’evocazione di una fantomatica Spectre internazionale”. Il riferimento è ad alcuni articoli che legano la figura di Podeschi a quella dell’ambasciatore del Titano in Montenegro, Wei Seng Phua, arrestato qualche giorno fa dall’Fbi con l’accusa di operare nell’ambito delle commesse clandestine e pare in qualche modo membro della Triade 14K, organizzazione malavitosa asiatica. Così i due legali si chiedono “cosa debba ancora accadere perché l’autorità giudiziaria intervenga per porre fine a questa situazione di patente illegalità”. E precisano che il legame tra Podeschi e l’ex ambasciatore “ha riguardato unicamente l’ipotesi di costruzione di un grande albergo sul Titano”. (…)


Wei Seng Phua

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy