San Marino Oggi. Pressing sul killer dei cani

San Marino Oggi: Killer dei cani, decreto del giudice per pedinare i sospettati Territorio guardato a vista: il folle è fermo da un mese

 Killer dei cani, decreto del magistrato per ordinare i pedinamenti ai sospetti.

Da oltre un mese la gendarmeria sta infatti seguendo a vista più di una persona – pare fino a una decina – sospettate di poter essere l’assassino seriale che da maggio ad oggi ha ucciso 23 cani, avvelenandone oltre 30.

Da quando sono iniziati i pedinamenti, non si sono più registrati episodi di avvelenamento: questo anche perché il territorio è guardato a vista dai militari che hanno dislocato più pattuglie nelle zone ritenute a rischio. Difficile non scorgerli nelle loro pattuglie di controllo. L’ultimo episodio di avvelenamento risale ai primi di luglio: il folle agì colpendo addirittura il cortile interno di una casa. Una proprietà privata, insomma, dove chiunque – compresi bimbi piccoli – sarebbe potuto entrare in contatto con le polpette avvelenate. Poi agì ancora, a pochi passi da lì, nella zona del parco di Montecerreto.

Da allora, l’area fu bonificata e non si registrarono altri episodi. Ma anche vero che, da quel fatto, l’attenzione divenne altissima: il congresso di Stato si assunse il coordinamento dei controlli e delle azioni di polizia, la gendarmeria ha dispiegato un esercito di uomini che sono ancora in servizio. Ciò sta permettendo il “silenzio” dell’azione del killer, ma rende difficile – senza passi falsi – riuscire a intercettarlo con le mani nel sacco.


Webcam Nido
del Falco

Meteo San
Marino di N. Montebelli

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy