San Marino Oggi. Stamina, il doppio filone di indagini: morto il ‘paziente sammarinese’. Franco Cavalli

Franco Cavalli – San Marino Oggi: Attiva la collaborazione giudiziaria tra il tribunale di San Marino e la procura di Torino / Stamina, morto il “paziente” sammarinese / L’indagine prosegue anche dal punto di vista finanziario 

SAN MARINO. La vicenda Stamina, ha da tempo un doppio filone, quello italiano dove sono in corso a Torino le udienze preliminari di quello che dovrebbe essere poi il processo a carico di Davide Vannoni accusato di tentata truffa alla Regione Piemonte, e il filone sammarinese. Sul Titano l’indagine è condotta dal Commissario della Legge Simon Luca Morsiani ed ha preso sostanzialmente le mosse dall’esposto che il direttore dell’Authority sanitaria, Andrea Gualtieri ha presentato a inizio anno, dopo le allora dichiarazioni di Vannoni su pazienti trattati a San Marino, pratica però impossibile dato che non erano mai state fornite autorizzazioni al riguardo. Già prima comunque c’era stato un interessamento delle autorità del Titano in seguito alle rogatorie giunte da Torino tra il 2008 e il 2009 e in virtù delle quali erano state sequestrate 45 cartelle cliniche all’Imb, (struttura ora chiusa) dove si ipotizzava fossero avvenute delle inoculazioni di cellule staminali secondo il metodo stamina. Proprio in quel poliambulatorio arebbe stato trattato il cosiddetto “paziente sammarinese”, l’unico emerso agli onori delle cronache, dato che ebbe un malore dopo il trattamento e finì in pronto soccorso a Cailungo, salvo poi firmare, una volta ripresosi, e lasciare l’ospedale. Paziente che però ora non può più riferire al riguardo in quanto deceduto. (…)


Davide Vannoni

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy