San Marino Oggi. Un anno tra crisi, patrimoniale e ‘fisco Felici’

San Marino Oggi: è anche l’anno di nuove importanti inchieste, della commissione in indagine sui debiti monofase e di alcune nomine fondamentali / La crisi, la patrimoniale e il nuovo Fisco / Nel 2013 l’Italia ratifica gli accordi col Titano che resta però in black list, ma è anche l’anno dei congressi dei partiti, del referendum e dello sciopero

E così, l’analisi del 2013 non può che partire da una considerazione: l’anno che si sta per chiudere è stato un altro anno di crisi, come lo sono stati quelli che l’hanno immediatamente preceduto. La parola “crisi” è stata infatti una delle più usate negli articoli, nei dialoghi e nelle questioni di ogni giorno. Anche quando c’è chi dice che ne vede la fine in lontananza. E mentre il Titano resterà per tutto il 2013 in blacklist, tornando al bilancio, per San Marino, come per l’Italia e molti altri paesi soprattutto d’Europa, il 2013 è stato un anno di nuove tasse. Se nel Belpaese si è passati dall’Imu alla Tares, sul Titano ha fatto la sua comparsa la Patrimoniale sugli immobili.  (…) Ora poi l’indiscrezione che con ogni probabilità la patrimoniale farà incassare un 10/20% in più del previsto allo Stato.

Ma il 2013 è sarà ricordato per l’entrata in vigore degli accordi con l’Italia, e per altri provvedimenti economici: si è iniziati con il rapporto del gruppo per la revisione della spesa pubblica, che ha prodotto alcuni effetti già nell’assestamento di bilancio con l’istituzione dei “Titano bond” e poi nella riforma fiscale e nella finanziaria. E di sicuro, dato che erano 30 anni che si aspettava una revisione, il 2013 passerà anche alla storia per il “fisco Felici” con l’approvazione della riforma tributaria nella notte di venerdì 13 dicembre. (…)

 




 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy