San Marino. Partito Socialista sul sistema bancario e finanziario

Riflessioni del Partito Soclialista sulle attuali condizioni e sulle prospettive del sistema bancario e finanziario sammarinese in seguito ai dati diffusi da Banca Centrale e al rapporto del Fmi.

C’è un aspetto positivo: il settore creditizio, pur con ingenti difficoltà, ha retto nonostante dal 2008 in poi sia stato colpito da una “tempesta perfetta” caratterizzata dallo scudo fiscale, dalle varie inchieste giudiziarie e dalle complicate relazioni con la vicina Italia. Restano sul tavolo, però, ancora molti problemi. In particolare è del tutto assente un piano di consolidamento e di sviluppo di questo importante comparto dell’economia sammarinese che – malgrado i tanti errori compiuti nella gestione politica dei governi succedutisi negli ultimi due decenni – fino ad oggi ha garantito occupazione qualificata ed entrate importanti per il bilancio dello Stato.

In tale ottica notiamo con forte preoccupazione lo scarso contributo proveniente dall’attuale governance della Banca Centrale. Non sono una novità le nostre posizioni critiche, ma è arrivato il momento di fare i conti con la dura realtà. Non c’è una minima visione di futuro e si continua a navigare a vista inseguendo le emergenze quotidiane. Il memorandum d’intesa con la Banca d’Italia è fondamentale e non è ancora stato sottoscritto, nonostante le imbarazzanti rassicurazioni del Presidente di Bcsm. (…)

Leggi il comunicato, Partito Socialista

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy