San Marino, patrimoniale. Celli alla Cupo, Corriere Romagna San Marino

Claudio Felici, Segretario di Stato alle Finanze, ha detto a Patrizia Cupo di Corriere Romagna San Marino che per l’introduzione della patrimoniale  nella Repubblica di San Marino  non ci sono problemi: ‘Nessuno ha posto dubbi sulla tassa‘. 

 Simone Celli (Ps):
«Ci sono altri mezzi
per fare cassa, come
il condono edilizio»

Due domande al segretario
dei Socialisti Simone
Celli.

Che il governo voglia
rimborsare i frontalieri
grazie alla tassa sulla
casa è una battuta
che l’opposizione ha
sollevato di frequente…

«Nella scorsa legislatura,
il Psrs, e così anche il
Psd di Felici, firmò il ricorso
ai Garanti contro
la tassa etnica: oggi si sana
un clamoroso errore
del precedente Esecutivo.
Lo si vuole sanare
con la patrimoniale? Per
noi, la tassa sulla casa è
un errore a prescindere.
La casa e le sedi delle aziende
sono il frutto di
sacrifici di una vita e sono
già tassati all’origine:
ciò avrà un effetto recessivo
».

Quali sono le alternative
per far cassa?

«L’abbiamo già detto: il
condono edilizio in abbinamento
alla revisione
del testo unico della legge
urbanistica e di edilizia.
E un piano di cessione
dei frustoli: siamo convinti
che potremmo portare
a casa più risorse
che con la patrimoniale
»
.

I politici di San Marino, impongono nuove tasse, ipotecano i beni dello Stato e non riscuotono, a pro dei diversamente onesti.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy