San Marino. Pdcs: ‘No alla preferenza unica ai sammarinesi residenti all’estero’

Il Partito Democratico Cristiano Sammarinese esprime  le proprie considerazioni riguardo al referendum proposto per introdurre la preferenza unica alle elezioni politiche, per i sammarinesi residenti in territorio e residenti all’estero. Limitare la scelta elettorale ad una sola preferenza- scrive – ‘significa dare la precedenza ai volti già noti sulla scena politica, riducendo fortemente la possibilità di essere eletti per i giovani e per le donne’. Chi ha importanti risorse economiche alle spalle- prosegue- risulterà ancora più avvantaggiato in sede elettorale, con il rischio di creare ulteriore frammentazione politica e personalizzazione del voto.

Rispetto “al rischio” di ridare la preferenza ai sammarinesi residenti all’estero, così come indicato da alcuni in campagna referendaria, il Partito Democratico Cristiano Sammarinese torna ad evidenziare come nelle ultime tornate elettorali gli equilibri politici non siano cambiati per l’assenza della preferenza estera. Pertanto, riconosce come questa potrebbe essere un’opportunità per i cittadini residenti all’estero di recuperare la pienezza di un proprio diritto. Tuttavia, proprio per le due ragioni sopra esposte, ritiene primario salvaguardare la possibilità per i cittadini residenti a San Marino di scegliere, tra coloro che li rappresentano in Consiglio Grande e Generale, 3 candidati.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy