San Marino. Per evadere il fisco, utilizzata una società con sede a San Marino. Il Resto del Carlino

Il Resto del Carlino: SONO ACCUSATI DI AVER TENTATO DI SOTTRARRE I BENI AL SEQUESTRO / Evasione e fatture false, notaio alla sbarra / Imputato insieme a due imprenditori e a un funzionario della Camera di Commercio

UN
GIRO di fatture false e una maxi evasione fiscale messa in piedi da due
imprenditori riminesi, hanno fatto finire nei guai anche un notaio e
quello che all’epoca era un funzionario della Camera di Commercio. I due
devono rispondere di mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del
giudice. In sostanza, sono accusati di essersi messi d’accordo con i due
imprenditori per cercare di sottrarre i beni (in questo caso quote
societarie) al sequestro fatto scattare dalla Guardia di finanza. Il
processo si è aperto ieri mattina e li vede alla sbarra tutti e quattro.
Il notaio, Luigi Ortolani, difeso dagli avvocato Mauro Crociati e
Gilberto Gianni, respinge però ogni accusa, sostenendo di avere
sottoscritto l’atto incriminato prima che scattassero i sigilli, e sono
pronti a dimostrarlo.
LA BOMBA era scoppiata nel nel 2012, al termine di
un’inchiesta di Guardia di finanza e Agenzia delle Entrate. Al centro
di tutto, due imprenditori riminesi, Marco Ceccoli e Maurizio Nicosia,
titolari di un società informatica, con sede legale a Riccione.
(…)
Per evadere il fisco, avevano
ricostruito gli inquirenti, i due imprenditori avevano utilizzato una
società con sede a San Marino, dove non c’era però nemmeno il personale.
Da lì arrivavano’ le consulenze con relative fatture fasulle.
(…)
Secondo la ricostruzione
degli investigatori, proprio per vanificare i sigilli delle Fiamme
Gialle, con un atto costitutivo firmato davanti al notaio, avevano
cercato di cambiare la ragione sociale della loro impresa, da Snc
(società in nome collettivo) a Srl (società a responsabilità limitata),
con un capitale minimo. L’atto, firmato appunto davanti al notaio, era
stato poi iscritto alla Camera di Commercio dal funzionario imputato.
(…)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy