San Marino, per lo scambio di informazioni, dallo standard Ocse 2000 a quello 2009

La Repubblica di San Marino nel 2000, con
lettera dell’allora Segretario di Stato agli Esteri Gabriele Gatti, si impegnò a recepire lo standard Ocse allora in vigore nello scambio di informazioni con gli altri Stati anche in materia fiscale.

Standard Ocse che fu poi recepito nella
Convenzione stipulata con L’Italia contro la doppia imposizione nell’anno 2002, in particolare per quanto riguarda l’art.26 di tale standard nella versione allora in vigore.

Martedì scorso Antonella Mularoni, Segretario di Stato per gli Affari Esteri ha sottoscritto con
lettera all’Osce analogo impegno per quanto riguarda il nuovo standard Ocse ancora in materia di scambio di informazione ed indicando, in particolare ed esplicitamente, l’art.26 versione 2005.

Il recepimento dell’art. 26 dello standard Ocse 2005, di cui alla lettera del Segretario di Stato Mularoni, era già stato recepito dal Segretario di Stato del
precedente governo, Fiorenzo Stolfi, nel
testo dell’accordo di cooperazione economica concordato a livello tecnico
col governo italiano nel giugno 2008.

Confronta l’art.26 dello standard Ocse

versione 2002 (impegno Gatti)

versione 2008

(impegno Mularoni 2009, preceduto da quello di Stolfi 2008)

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy