San Marino perde Mv Agusta Corse. Reazione dei sindacati

La MV Agusta Corse di Borgo Maggiore, Repubblica di San Marino, fondata nel 2000 e collegata al centro ricerche della prestigiosa casa motoristica, ha deciso di chiudere i battenti. Licenziamento per gli 11 dipendenti.
Dura la protesta dei sindacati verso il governo accusato di immobilismo.

I segretari della Federazione Lavoratori Industria della Centrale Sindacale Unitaria hanno incontrato nella mattinata di mercoledì 30 gennaio i vertici aziendali e tutti i lavoratori della Mv Agusta.
Spiegano i segretari Enzo Merlini e Giorgio Felici: “Siamo di fronte a una ferma decisione dell’azionista di maggioranza di ricondurre presso la casa madre, la MV Agusta Motor di Varese, l’attività di progettazione e personalizzazione dei motoveicoli svolta a Borgo e quindi procedere alla messa in liquidazione delle società. La richiesta di riduzione del personale è già partita lo scorso mese di dicembre e la priorità è dunque quella di avviare immediatamente tutte le procedure per la messa in mobilità del personale e garantire un piano di rioccupazione che tenga conto dell’alta specializzazione dei lavoratori coinvolti“.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy