San Marino. Podeschi: “Il nostro decreto non ha tolto un euro agli insegnanti”

L’Ex Segretario di Stato per l’Istruzione, Marco Podeschi, risponde all’attuale Segretario Federico Pedini Amati, intervenuto ieri in Consiglio Grande e Generale nel corso del dibattito sulla scuola. 

“Ho seguito il dibattito sulla scuola in cui ha lanciato strali verso il decreto che ha preso il mio nome”
Non so se sia sufficiente avere parenti insegnanti per avere – con proprietà transitiva – conoscenze sulla scuola. Spero per lei che abbia parenti nel turismo, poste, cooperazione e expò, così sono certo le trasmetteranno le giuste conoscenze per le sue deleghe di governo.
Al netto della dialettica politica e delle naturali divergenze governo opposizione, trovo surreale tirare in ballo un decreto che non ha tolto un euro agli insegnati, in un dibattito su un decreto del suo governo in cui i tagli ci sono stati e pesanti.
-30%, con anticipo del 15% a marzo e 25% a aprile, TFR 2019 pagato a rate a dipendenti che anche in tempi di coronavirus hanno lavorato da remoto seguendo i nostri ragazzi.
Se ha bisogno di argomenti per difendere il collega, in evidente difficoltà, l’esperienza dovrebbe ricordarle di evitare terreni scivolosi in cui le cognizioni sono lacunose.
Incompetenza e strumentalizzazione a volte fanno rima con inadeguatezza e improvvisazione.
Le auguro di cuore di dimostrare presto anche di sapere governare e dare risorse adeguate al turismo, settore in ginocchio a causa della pandemia.
Per adesso sarebbe educato che lei, per rispetto della gente in lockdown stretta dai controlli di polizia, almeno utilizzasse guanti e mascherina in un contesto pubblico e istituzionale. Noi lo facciamo in silenzio ogni giorno, lei a quanto pare ritiene di farne a meno”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy