San Marino. Politici in chiesa contro la corruzione. Vescovo San Marino Montefeltro

Corriere Romagna San Marino: Numerosi politici ieri nella chiesa di Murata per la veglia di preghiera. In prima fila la squadra di governo di San Marino e il presidente Vitali / «Politici, attenti alla corruzione» / Il vescovo Turazzi ammonisce: «La causa giusta viene prima del tornaconto personale»

SAN MARINO. All’appello hanno risposto in tanti.
Era piena di esponenti politici la Chiesa dei
Santi Pietro, Marino e Leone di Murata per la
chiamata alla fede voluta dal vescovo di San Marino
monsignor Andrea Turazzi.

E la scelta della data non
è casuale: sabato 21 giugno,
vigilia di San Tommaso
Moro, statista inglese
nominato protettore dei
politici nel 2000 da Papa
Giovanni Paolo II.
Alla veglia di preghiera
si sono presentati numerosi
politici. In prima fila
la squadra di governo al
gran completo con i segretari
di Stato: Marco Arzilli,
Francesco Mussoni, Iro
Belluzzi, Teodoro Lonfernini,
Claudio Felici, Pasquale
Valentini, Antonella
Mularoni. Fra gli altri:
Mariella Mularoni della
Dc, William Giardi dell’Upr,
Maria Luisa Berti
(Ns). Alla funzione anche
il presidente della Provincia
di Rimini, Stefano Vitali.
Il vescovo ha centrato
la sua omelìa sul servizio e
messo in guardia dal pericolo
della corruzione.
Quello che Gesù rendeva
nei confronti di chi gli stava
vicino, dei discepoli. E
quel servizio che dovrebbe
essere il punto focale
dell’opera di ogni politico
illuminato.


Citando il vangelo di
Giovanni il primo passaggio
è stato quello sul testamento
di Gesù: «Quale sarebbe
la nostra reazione se
sapessimo di andare alla
morte da lì a qualche ora,
che cosa diremmo? Gesù
cosa fa? Si mette a servire.
Ecco il potere di Gesù: il
potere di servire»
. (…)

Leggi il testo dell’omelia di Monsignor Andrea Turazzi


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy