San Marino. Polo museale firmato Tadao Ando: sfratti per il bookshop dell’architetto. Corriere Romagna

Patrizia Cupo – Corriere Romagna: Nuovo polo museale. Entro fine estate l’assegnazione ufficiale dell’incarico ad Ando. Solo dopo si capirà la reale portata degli investimenti /
Sfrattati per il bookshop dell’architetto /
Il segretario Fiorini: «Progetto già ridotto, i commercianti informati da tempo»

SAN MARINO. Polo museale, al posto dei sei negozi di via Eugippo, un grande bookshop per l’opera dell’archistar giapponese Tadao Ando. «Il progetto iniziale è stato sensibilmente ridimensionato e abbiamo già incontrato i commercianti per spiegare del probabile mancato rinnovo dei loro contratti di affitto: non manchiamo né di trasparenza né di sensibilità». Il segretario di Stato al territorio Matteo Fiorini ribadisce l’impegno con il noto progettista orientale per la nascita del polo museale nelle cisterne di Palazzo pubblico e nei Giardini dei Liburni, e rigetta le accuse di mancanza di condivisione. Intanto, i contatti tra Titano e Giappone si sono fatti più intensi ed entro la fine dell’estate si procederà all’assegnazione ufficiale dell’incarico. Solo dopo di allora, si capirà di quali investimenti si sta parlando. Ha sollevato un polverone la delibera del congresso di Stato che, non ancora definitiva e in attesa del benestare della commissione per la Finanza pubblica, chiede il non rinnovo dei contratti di affitto per sei negozianti che occupano locali pubblici lungo via Eugippo. «I commercianti sono al centro del nostro interesse – mette le mani avanti il segretario di Stato alle Finanze, Claudio Felici, firmatario della delibera al centro delle discussioni -, ma quello spazio ci serve per una priorità. Il turismo va qualificato e vanno messi in campo strumenti adeguati». (…)


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy