San Marino. Precisazioni di Lucio Amati su Cs e processo Decollo Ter

Lucio Amati replica ad Anna Laura Tiberi Mularoni e fa altre precisazioni riguardo  a quanto scaturito dal processo di Vibo Valentia.

L’informazione di San Marino: Cs e processo Decollo Ter a Vibo Valentia, intervento di Lucio Amati

Riceviamo e pubblichiamo: (…) Riguardo la Signora, mi spiace se ne abbia avuto tanto a male per il fatto che io abbia detto una verità che Piero Natalino mi aveva confidato; e ricordo anche i termini che ha usato, ma non li voglio citare qui. Voglio ricordare, però, un suo commento:”Non si può, Lucio, avere responsabilità come le nostre, senza fare parte di una grande organizzazione internazionale”  e non credo alludesse al Rotary od al Lyons; in aggiunta, quando, all’indomani della ricezione della famosa lettera di Banca Centrale, mi annunciò le sue dimissioni dalla Presidenza del Credito Sammarinese, mi disse testualmente “il mio compito è finito”; e qui, senza che la Signora si offenda, si conferma come Piero fosse più parte del centro di potere massonico di Banca Centrale che del Credito Sammarinese; altrimenti sarebbe rimasto al mio fianco, per proteggere il Credito, i suoi dipendenti etc.

Ma, a prescindere da questo, voglio testimoniare formalmente che non a caso ho chiesto a Piero di fare il Presidente del Credito Sammarinese e che questo è stato ovviamente segno di stima e di considerazione; anche io ho ritenuto e ritengo tuttora che Piero Natalino Mularoni sia stato una persona per bene, e non ho mai avuto dubbi su questo. E non capisco perché la Signora debba considerare una macchia sul suo onore il fatto che sia stato anche massone; innanzitutto non credo che essere massone sia cosa grave di cui doversi vergognare; e poi, come ha detto Piero e come ha detto Vendemini, se si opera nel mondo della banca e della finanza, essere massoni è un vantaggio e Piero, prima di essere presidente del Credito Sammarinese, era stato anche Presidente della Cassa Rurale di Faetano, poi diventata Banca di San Marino, ed avrà ritenuto certamente che in quanto massone avrebbe potuto svolgere meglio e con più efficacia questi suoi ruoli. (…)

Ringrazio per l’attenzione.

Lucio Amati

Leggi l’intera lettera del dr. Lucio Amati

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy