San Marino. Premi di risultato al comitato esecutivo dell’Iss, Zafferani (Rf): “Erogati dal governo nonostante la sanità sia in una situazione tragica”

Andrea Zafferani di Repubblica futura commenta in un video, pubblicato oggi sulla pagina Facebook del partito di opposizione, le valutazioni fatte dal Congresso di Stato sul raggiungimento degli obiettivi da parte del comitato esecutivo dell’Istituto per la sicurezza sociale nel 2020 e nel 2021.

“Il governo è venuto a parlare questa mattina, in Commissione Finanze, del raggiungimento degli obiettivi da parte del comitato esecutivo dell’Istituto per la sicurezza sociale per il 2020 e il 2021 – dice con tono polemico Andrea Zafferani (Repubblica futura) -. Siamo venuti a conoscenza degli obiettivi fissati dal governo e dei giudizi del governo ha dato: abbiamo notato che, tra gli obiettivi fissati dal governo, non ci sono obiettivi legati alla funzionalità dei servizi sanitari erogati dall’Iss e nemmeno obiettivi legati alla soddisfazione degli utenti rispetto ai servizi sanitari erogati“.

“Ha dell’incredibile, secondo noi, il fatto che ci sia una produzione di piani, documenti, relazioni e progetti, ma non si va a valutarne la funzionalità – rincara la dose l’ex Capitano Reggente -. Non esistono obiettivi legati alla funzionalità della Medicina di Base, alla riduzione delle liste di attesa, attrazione di professionisti dall’esterno e così via“.

“Il governo”, secondo Zafferani, “ha sbagliato l’approccio nella fissazione iniziale degli obiettivi, non andando a pensare a quelle che sono le reali necessità della struttura sanitaria”.

Ed “è ancora più paradossale – sostiene il politico di Rf – il processo legato alla valutazione degli stessi obiettivi: sono stati assegnati punteggi lusinghieri al comitato esecutivo dell’Ess in alcuni ambiti dove sono presenti disservizi molto significativi“.

Il comitato esecutivo dell’Iss, infatti, “ha preso 7 sia nella gestione della pandemia da Covid-19, nonostante la chiusura dei reparti dell’Ospedale di Stato, le problematiche legate al tracciamento dei contatti e le code per i tamponi, che nella predisposizione dell’atto organizzativo, sebbene non sia presente e sia stata persino accantonata da Bevere – critica Zafferani -; un altro 7 anche per l’elaborazione degli indici di perfomance all’interno della struttura sanitaria, nonostante Bevere abbia detto due mesi fa che siamo a zero su questo fronte“.

“Ci sono anche voti più alti forniti al comitato esecutivo dell’Iss come 8, 9 e 10, che portano a una valutazione complessiva pari a 7,5, 74 su 100, che porterà all’erogazione dei premi di risultato al comitato esecutivo all’Iss nonostante ci sia una situazione tragica nella sanità sammarinese – afferma Andrea Zafferani -. Abbiamo chiesto un gesto di buon senso al governo, cioè rivedere le valutazioni e non assegnare i premi di risultato al comitato esecutivo dell’Iss, ma siamo rimasti inascoltati”.

“Ci lascia l’amaro in bocca il fatto che il comitato esecutivo dell’Iss, così inefficiente e che ha messo la sanità in così grave difficoltà, venga comunque sostenuto e difeso dal governo che l’ha nominato”, dice infine il consigliere di Repubblica futura.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy