San Marino Press replica all’articolo ‘Coscienze chiuse.. nel cAsset’ di Antonio Fabbri (L’Informazione)

Replica dell’agenzia di stampa San Marino Press all’articolo di Antonio Fabbri ‘Coscienze chiuse.. nel cAsset‘, pubblicato ieri sull’Informazione di San Marino.

I suggestivi scenari descritti dal creativo Antonio Fabbri nell’editoriale di martedì scorso sul quotidiano L’Informazione di San Marino ci hanno sorpreso, soprattutto nella parte in cui la nostra agenzia SanMarinoPress viene chiamata in causa. Poi, però, abbiamo capito tutto: l’audace Fabbri non ha argomentato sulle vicende della Repubblica del Titano ma di Mercatino Conca, ridente località italiana delle Marche in provincia di Pesaro e Urbino, ovvero Marcadèn in dialetto gallo-italico marchigiano, da dove proviene. Evidentemente a Mercatino Conca, che fino al 1940 era chiamato Piandicastello e conta 1.118 abitanti, ci sono i Capitani Reggenti e le decisioni vengono prese dal Consiglio Grande e Generale.


Sicuramente Fabbri, che da italiano analizza con arguzia e profonda conoscenza le storie sammarinesi lanciandosi in ricostruzioni e critiche senza freni, non confonde i Capitani Reggenti con il suo Sindaco, Omar Lavanna. Si potrà osservare che chi lavora nella Repubblica di San Marino ha tutti gli elementi di conoscenza possibili, ha tutto il diritto di esprimersi e può costruire gli scenari, anche i più fantasiosi che ci riguardano (la SanMarinoPress è lieta di apprendere che dovrebbe chiudere il cerchio di qualcosa di tanto strano quanto indefinito). Noi più semplicemente siamo convinti che il buon Fabbri abbia raccontato – in quell’editoriale di martedì scorso – della sua Mercatino Conca e magari degli intrecci italiani e non quelli di un Paese che lo ospita per lavorare e non per fantasticare. [c.s.]

San Marino Press


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy