San Marino. Primo maggio, Marco Tura (Cdls): ‘Doppia emergenza lavoro-pensioni’

Lavoro-pensioni è la doppia emergenza che Marco Tura, segretario CDLS, mette al centro della festa del 1° maggio. 

“Con un tasso di disoccupazione del 10%, pari a 1.669 senza lavoro, c’è l’urgenza di intercettare crescita, innovazione e investimenti. Negli ultimi mesi abbiamo firmato contratti che coinvolgono circa 13mila lavoratori, il che  significa non solo difendere i redditi di chi lavora già, ma anche dare stabilità a settori economici importanti come quello  dell’industria, dell’artigianato, dei servizi e del commercio. (…)

Insieme all’emergenza lavoro, un altro banco di prova è quello delle pensioni. “Da mesi  circolano numeri e si fanno dibattiti, – afferma Marco Tura – ma di concreto ancora poco. In attesa che il Governo indichi soluzioni perseguibili per ridare equilibrio al sistema, fin da subito abbiamo il dovere di dare operatività a una previdenza complementare di fatto bloccata dopo la consultazione referendaria. Due problemi sopra tutti: la bassa redditività legata al minuscolo sistema bancario sammarinese e addirittura la mancata erogazione delle quote integrative ai nuovi pensionati. Nel rispetto della volontà popolare, è indispensabile non far morire il secondo pilastro. Lo è in modo particolare se vogliamo davvero tutelare il futuro  dei nostri figli e dei nostri nipoti”.

Leggi il comunicato

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy