San Marino. Processo civile troppo lungo, lo Stato si accorda per pagare il danno

Processo civile troppo lungo, lo Stato si accorda per pagare il danno

ANTONIO FABBRI – Nel periodo dell’ostruzionismo sulla presa d’atto della nomina dei nuovi Giudici di Appello ci fu persino chi ebbe l’ardire di sostenere che non c’era poi tutta questa urgenza per le nomine e che i problemi di ritardi nel settore civile erano relativi. Posizione che appare smentita dai fatti, come attesta la decisione della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (terza sezione), riunitasi il 12 maggio 2020, pubblicata in questi giorni. La decisione riguarda il caso di Eva Zanotti, che vedeva pendente una causa civile, risalente al 2012, già decisa in primo grado e in attesa dell’appello. Al di là del merito, che pare riguardasse una questione di confini contesi, quello che è arrivato a Strasburgo, è il problema della lungaggine dei processi civili. (…)

Tratto da L’informazione di San Marino

Leggi l’articolo integrale di Antonio Fabbri pubblicato dopo le 23

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy