San Marino. Processo Conto Mazzini, Fondazione Podeschi: la Ferrari e i soldi dei rottami. L’informazione

Antonio Fabbri – L’informazione di San Marino: La Ferrari e i soldi dei rottami che passarono per la Fondazione / Proseguono gli interrogatori dei soggetti che hanno avuto a che fare con la Fondazione sulla quale sono transitati 16 milioni di euro

La Ferrari da 560mila euro. La mattinata di udienza è dunque iniziata con l’audizione di Michele Raineri, teste richiesto dalla difesa di Pietro Silva. L’avvocato Andrea Belluzzi ha formulato le domande per ricostruire il rapporto di Raineri con la fondazione. Raineri è un dipendente della Ferrari di Maranello ed ha riferito di avere conosciuto Silva proprio nell’ambito delle auto. In particolare si trattò della vendita di un’auto. Tra le movimentazioni contestate per la Fondazione, infatti, ce n’è infatti una da 560mila euro verso Ferrari spa. “Si tratta dell’acquisto di un’auto da corsa – ha affermato il testimone – per la partecipazione al Campionato Europeo di montagna”. L’acquisto dell’auto doveva dare il via anche ad una collaborazione per portare questa tipologia di campionato a San Marino. Ma il progetto non andò mai in porto (…) 

I soldi dei rottami. Quindi è stata la volta del secondo testimone della giornata, Damiano Alessandro Spelta. “Svolgo la professione di artista”, ha detto. All’epoca dei fatti contestati, tuttavia, era titolare di una impresa lasciatagli dal padre che commerciava rottami non ferrosi, in particolare rame e ottone. “Una azienda che fatturava 200-250milioni di euro l’anno con 15 dipendenti”. Il testimone ha spiegato che su San Marino, interfacciandosi con la Heaving Trading Metal, aveva operato per circa 20 milioni di euro. (…)

 

Leggi l’intero articolo di Antonio Fabbri pubblicato dopo le 23

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy