San Marino. Processo Mazzini: ‘Insomma, tutti chiedevano informazioni, ma le indagini non le faceva nessuno’

Antonio Fabbri – L’informazione di San Marino: (…) L’audizione di Faraone 

Sentito su informazioni richieste
all’inizio delle indagini alle corrispondenti
autorità inglese e americana,
il comandante Faraone ha
riferito che solo da quest’ultima
giunse risposta relativamente
alla Black sea pearl, ma nulla
risultava, cosa che venne verbalmente
comunicata al Commissario
della Legge Morsiani che
aveva richiesto informazioni.
Poi ha specificato che arrivò una
successiva risposta dall’Fbi, con
esiti analoghi, ma in quel caso la
e-mail di risposta era indirizzata
ad Aif e il capo di Interpol ritenne
che questa autorità si sarebbe
interfacciata con il commissario
della legge. “Insomma, tutti
chiedevano informazioni, ma le
indagini non le faceva nessuno”,
ha rilevato il giudice Felici. L’avvocato
Pagliai ha chiesto l’acquisizione
al fascicolo di questa documentazione
relativa anche alle
informative da cui non risultava
nulla.
Udienza valutata come positiva
dalle difese per le affermazioni
di Berger che afferma che si trattava
di denaro pulito. Per contro
le parti civili hanno visto la conferma
dell’ambiguità dei passaggi
di denaro quasi sempre privi di
giustificativi e la conferma delle
affermazioni che Andrea Della
Balda aveva già reso in interrogatorio.
(…)

 

Leggi l’intero articolo di Antonio Fabbri pubblicato dopo le 23

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy