San Marino. Processo Mirco Mazzocchi: il teste ritratta di nuovo. L’informazione di San Marino

Antonio Fabbri – L’informazione di San Marino: Descritte le prassi del carcere, i comportamenti inusuali e le “pressioni dei difensori” sul direttore “che disse di essere un po’ più teneri” / Caso Mazzocchi, il teste ritratta la ritrattazione / L’imputato: “sono innocente, mai favorito Podeschi”

Raschi: “Sì, ho visto il passaggio di un apparecchio nero”. Il gendarme imputato: “Mai favorito Podeschi. Chiedo indulgenza dopo 64 giorni di carcere duro nei quali sono passato da guardia a terrorista”

Il processo al gendarme Mirco Mazzocchi, accusato di favoreggiamento, si apre con la ritrattazione della ritrattazione.

Claudio Raschi, all’epoca dei fatti contestati in carcere assieme a Podeschi, la volta scorsa aveva ritrattato le dichiarazioni rese agli inquirenti in fase istruttoria. Il 3 marzo scorso aveva affermato, contraddicendo la prima versione dell’8 agosto 2014 resa agli inquirenti, di non aver visto nulla passare, da parte di Mazzocchi, a Claudio Podeschi attraverso le sbarre. Ieri Raschi ha ritratto di nuovo richiamandosi alle prime dichiarazioni rese agli inquirenti, con qualche precisazione non secondaria.

Nella mattinata sono stati ascoltati anche altri tre testimoni e, al termine dell’udienza, lo stesso Mazzocchi che ha ribadito le dichiarazioni fatte finora dicendo di non aver consegnato nulla a Podeschi se non un caricatore per rasoio. (…)

Leggi l’intero articolo di Antonio Fabbri pubblicato il giorno dopo

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy