San Marino protettorato dell’Italia? L’Ue non vorrebbe perchè l’Italia ha la mafia

NQRimini San Marino: “L’Italia non ha debellato la mafia e quindi
assoggettarsi ad essa non sarebbe gradito dall’Ue”
/ “Ma quale
protettorato?”
/
Piccata risposta della Mularoni alle
dichiarazioni di Giovagnoli “Esistiamo da 1710 anni e rimarremo indipendenti da
Roma”

“San
Marino esiste ed è indipendente da oltre 1710 anni e non ha nessuna intenzione
di diventare un protettorato, né dell’Italia né di qualunque altro Paese”. Così
in una nota
da Palazzo Begni
, il segretario di Stato agli esteri,
Antonella
Mularoni
, ribatte alle recenti
dichiarazioni del procuratore capo della Repubblica di Rimini, Paolo
Giovagnoli
che in un intervento aveva spiegato come l’unica soluzione –
intesa come scelta delle regole della comunità europea e internazionale – per
San Marino passi per un sorta di protettorato italiano. Un po’ quello che accade
oggi per il principato di Monaco con la Francia.

Il segretario si lascia andare ad una
punzecchiatura: “Ci risulta che purtroppo negli ultimi anni l’Italia non sia
riuscita a debellare dal suo territorio la malavita organizzata, – dice -che
anzi si è propagata a tutte le regioni italiane ed ha messo radici in numerosi
Paesi, anche dell’Unione Europea. Il fantasioso castello (quello del
protettorato ndr) presentato come risolutivo di ogni problema potrebbe dunque
non rassicurare affatto l’Unione Europea”. “Giusto a titolo di cronaca: –
conclude – nessuna
banca brasiliana
è mai stata autorizzata dalla Banca Centrale della
Repubblica di San Marino ad acquistare il Credito Sammarinese”.
 

Webcam
Nido del Falco

Vignette di
Ranfo

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy