San Marino. Pwc, Pricewaterhouse Cooper, rifuta la consulenza. Antonio Fabbri

L’informazione di San Marino

Crediti Delta: Tempi troppo stretti, Pwc rifuta la consulenza. Già individuato un altro advisor che ha accettato l’incarico

Antonio Fabbri 

La strada per avere una ulteriore consulenza rispetto alle 6 già richieste, non è così agevole. La Pricewaterhouse Cooper, infatti, ha declinato l’incarico. Il motivo: i tempi troppo stretti per svolgere l’analisi. Il Consiglio di Amministrazione di Cassa di Risparmio, dunque, si è messo subito al lavoro, nella giornata di ieri, per cercare di incaricare un altro advisor che potesse compiere le verifiche e dare un ulteriore parere prima del 26 ottobre, data nella quale Carisp dovrebbe decidere sulla vendita o meno dei crediti Delta. Nel pomeriggio di ieri il nuovo consulente sarebbe stato già individuato e avrebbe già accettato l’incarico.

Ad oggi ci sono da un lato sei perizie tecniche, tutte concordi, sia sulle svalutazioni di bilancio sia sulla scelta di cessione dei crediti Delta. Analisi che deporrebbero per una decisione tecnica a favore della cessione. Dall’altro lato a fare titubare c’è l’ordinanza Morsiani, che non è noto se abbia o meno alla base delle perizie tecniche a supporto delle ipotesi di reato formulate. Ordinanza che, comunque, fa temere che una possibile cessione possa muovere far il magistrato verso il concretizzarsi di comunicazioni giudiziarie o di misure cautelari, vista soprattutto la tempistica con cui sono state emesse le ordinanze.

Da un lato, dunque, la spada di Damocle giudiziaria. Dall’altro la consapevolezza tecnica che aveva fatto propendere per la cessione dei crediti Delta, secondo le espressioni unanimi rese note in Commissione finanze da tutti i membri del Cda di Cassa e del collegio sindacale, organismi nei quali notoriamente siedono anche esponenti nominati dall’opposizione e ad essa affini. Tanto più che se il Cda attuale, pur nei noti attriti interni, era risultato concorde nel propendere per la cessione – e su tale linea si trova anche la maggioranza – il precedente Cda, quello cosiddetto montepaschiano, pare fosse contrario alla cessione dei crediti Delta, linea che politicamente viene, invece, portata avanti dall’opposizione.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy