San Marino. Questa mattina dipendenti Karnak in sciopero. Le foto

“Lottiamo per difendere i diritti di onesti lavoratori”. Così recita uno
dei tanto cartelli dei dipendenti Karnak che questa mattina hanno
manifestato compatti davanti all’azienda. Obiettivo della protesta:
congelare i 21 licenziamenti attivando il ricorso alla cassa
integrazione.

Nel frattempo Francesco Mussoni, Segretario di Stato per il Lavoro, la Cooperazione e
le Poste, ha convocato un incontro con le società Karnak SpA – Titanedi
SpA e le Organizzazioni
Sindacali
che si terrà domani, giovedì 19 luglio 2012, alle ore 9
presso la Segreteria di Stato.

Mentre i circa cento dipendenti manifestavano davanti ai cancelli della
Karnak, tutte le sigle sindacali hanno infatti incontrato la direzione
aziendale: “Siamo ritornati a chiedere – affermano i segretari FLI CSU –
di affrontare in modo diverso questa fase di forte calo dell’attività
produttiva, in particolare abbiamo invitato i responsabili della Karnak a
fare ricorso alla cassa integrazione per il periodo massimo previsto
dalla legge”.
Un periodo ragionevole, il prossimo autunno, spiegano
Merlini e Felici, “indicato dalla stessa azienda come prossimo momento
di verifica rispetto alle strategie di rilancio dell’attività e di
incremento dei fatturati. Proposta che ha incontrato qualche
disponibilità da parte del gruppo dirigente Karnak”.

Leggi comunicato CSU

 








Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy