San Marino Ravenna. Fondi neri per 25 milioni, Lorenzo Panzavolta, 92 anni, ex di Gardini

Monica Raschi di Il Resto del Carlino:  Fondi neri a San Marino / Sequestrati 13 milioni alla moglie
dell’ex manager dei Gardini
/
Accusa di riciclaggio. Lorenzo Panzavolta guidava la Calcestruzzi

Lorenzo Panzavolta, 92 anni,
è stato un potentissimo
manager del gruppo
industriale Ferruzzi,
poi gestito da Raul Gardini.
Sua moglie, Laura Subini,
ha 89 anni

La convinzione è che
il denaro del conto
sammarinese arrivi dalla
spartizione illecita degli
appalti per le grandi opere
soprattutto in Sicilia, ma
anche nel resto d’Italia, San
Marino compresa

C’è un filo rosso che attraversa i
decenni e lega i drammatici anni
della tangentopoli italiana, dei fondi
neri dell’impero Ferruzzi, alla
San Marino dei giorni nostri: sono
i 13 milioni di euro sequestrati
pochi giorni fa dalla magistratura
sammarinese sul conto aperto di
un istituto di credito del Titano
che gli inquirenti riconducono a
Lorenzo Panzavolta, 92 anni, il potentissimo
ex manager del gruppo
industriale fondato da Serafino
Ferruzzi, poi gestito da Raul Gardini:
il Gruppo Ferruzzi (Montedison
e Calcestruzzi Spa)
.

Nel registro degli indagati per i reati di riciclaggio, il magistrato di
San Marino che ha condotto la
complessa indagine, il dottor Alberto
Buriani, ha iscritto la moglie
di Panzavolta, Laura Subini, 89
anni e il commercialista sammarinese
Lamberto Geri, 82 anni. Nessun
provvedimento, al momento,
per l’ex manager in quanto tutti i
conti e le movimentazioni degli ingentissimi
capitali – gli inquirenti
stimano che dalla metà degli anni
’90 fino a oggi siano transitati sul
territorio sammarinese almeno 25
milioni di euro – sono tutti intestati
alla moglie, ma il dubbio sembra
non esistere per i magistrati:
in realtà tutto sarebbe riferito a Lorenzo
Panzavolta
(…)

La convinzione è
che il denaro del conto sammarinese
arrivi dalla spartizione illecita
degli appalti per le grandi opere soprattutto
in Sicilia, ma anche nel
resto d’Italia, San Marino compresa.
Secondo quanto emerge dal decreto
di sequestro dei magistrati
sammarinesi, Panzavolta avrebbe
sfruttato la propria posizione per
favorire interessi illeciti tramite il
reimpiego di capitali sospetti. La
lunga ricostruzione della vicenda
passa attraverso la conquista di
grandi appalti che sarebbero stati
affidati alle ditte del Gruppo Ferruzzi
grazie a imtermediazioni più
che discutibili
.(…)

Leggi l’articolo pubblicato  sulla edizione di San Marino

Lorenzo Panzavolta  da Il Resto del Carlino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy