San Marino. Reclamo Marcucci, sollevate due eccezioni di costituzionalita’. L’informazione di San Marino

Antonio Fabbri – L’informazione di San Marino: Il giudice Lamberto Emiliani fissa il termine di 20 giorni alle parti per presentare memorie e deduzioni / Reclamo Marcucci, due eccezioni fermano la terza istanza

Due eccezioni di costituzionalità fanno fermare l’udienza di terza istanza per il reclamo relativo al sequestro a fini di confisca, nell’ambito della tangentopoli sammarinese, di conti e beni di Gian Marco Marcucci, accusato di riciclaggio e associazione a delinquere. A sollevare le eccezioni i suoi legali, Paolo Reffi e Gloria Giardi. Due questioni incentrate sul sequestro ai fini di confisca per equivalente, provvedimento di cui è destinatario Marcucci, e sull’articolo 199 bis, quello che prevede, cioè, il reato di riciclaggio, introdotto a San Marino nel 1998.

Le eccezioni di legittimità costituzionale. La prima eccezione, illustrata dall’avvocato Giardi, è relativa alla norma che prevede la confisca per equivalente, la Legge 100 del 2013. Secondo i legali nella interpretazione e applicazione fatta dagli inquirenti, il sequestro per equivalente ai fini di confisca, previsto dall’articolo 58 ter introdotto dalla normativa del 2013, verrebbe applicata retroattivamente rispetto ai fatti contestati. In questa maniera l’applicazione della norma sarebbe incostituzionale secondo i difensori di Marcucci, violando il principio di irretroattività della legge penale. (…)

Leggi l’intero articolo di Antonio Fabbri pubblicato il giorno successivo

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy